Storia

La nostra storia ha inizio diversi anni or sono, cioè quando i famosi Aeroclub decisero di innalzare la quota a Lire 650.00 (una vera e propria decimazione dei poveri).

Stanchi di questi soprusi, alcuni di noi cioè IANNIELLO Pietro , NATALE Domenico, D’ALENA Pietro, ZIPPA Giulio , NATALE Amedeo (il nostro primo presidente Il quale ci ha lasciato per andare a volare di nuovo all’ aeroclub di Capua) ed altri .

Ci dissociammo dell’Aeroclub di Capua per creare una nuova alternativa .

Rimboccateci le maniche ,cominciamo a pianificare le cose da fare. La prima operazione fù trovare un terreno adatto alle nostre esigenze (cosa rivelatesi ardua nonostante la vastità dei terreni in zona.

La seconda operazione fu quella di affiliarci ad un’ associazione sportiva, fu scelta la LIBERTAS, che ci forniva il tesseramento a Euro 3.50 a socio comprensivo di assicurazione.

Il primo terreno lo trovammo in località Brezza al costo di £ 3.000.000 che sembrava adatto ma dopo una breve convivenza il proprietario, da 1 ettaro che avevamo pattuito ci restrinse in poco spazio, tanto da non poterci neanche muovere.

Nonostante tutto si abbozzavano vari tentativi di costruire una pista decente, ma dopo vari dispendi economici si volava sul parcheggio delle macchine.

In seguito alcuni aeromodellisti sfiduciati ,ma comunque malfidati e poco pazienti si riscrivono di nuovo presso l’ aeroclub lasciandoci in pochi.

Nonostante ciò ci rimettiamo di nuovo alla ricerca di un nuovo terreno, cosa ancora più ardua della precedente, ma quando le speranze sembravano finire ,ci venne in aiuto la Dottoressa PICCIRILLO madre del nostro attuale Presidente, la quale garantì di persona per noi , riuscimmo ad avere un terreno nonostante non fosse proprio adatto (avevamo piante e viti a pochi metri).

Finalmente riuscimmo a realizzare una pista decente in terra battuta ,anche questa volta ci venne in aiuto il papà del nostro attuale Presidente Cioè il sig. Giovanni IANNIELLO che grazie alle sue conoscenze ,ci permise la realizzazione della pista sia facendoci credito,che facendoci risparmiare diversi soldini.

Ci rimbocchiamo le maniche e cominciamo a realizzare una pensilina e qualche abbozzo di struttura, anche questa volta il Sig IANNIELLO si prodiga in nostro aiuto sia in termini economici che materiali (Cioè lavorando in prima persona).

Iniziammo la nostra attività con il contributo dei nuovi iscritti ai quali noi offrivamo la scuola di volo completamente gratuita.

Con la collaborazione di alcuni negozi del settore che ci hanno inviato nuovi aeromodellisti diventammo circa 20 e finalmente riuscimmo a sdebitarci con il signor IANNIELLO .

Nel frattempo nella zona i proprietari dei terreni si fecero meno diffidenti (dovuto al lauto affitto da noi elargito Euro 1500,00).

Dopo circa 1 anno entrammo in contatto con un altro proprietario di terreno che per 1500,00 euro ci affittava il suo terreno liberandoci finalmente dalle viti e alberi.

Contattammo il proprietario del terreno dove avevamo la pista il quale non voleva saperne di disdire il contratto anticipatamente(errrrore e orrrrore non avevamo scritto nel contratto la clausola scioglimento anticipato), ma dopo vari tentativi ci si accordava pagandogli come risarcimento un affitto.

Ci mettiamo a tavolino e abbozziamo un pò di conti e ne risulta Euro 1000,00 per risarcire il vecchio proprietario Euro 1500.00 per il nuovo affitto ,Euro 1000,00 il rifacimento della nuova pista in terra battuta,il tutto a Euro 2500,00 ,ma non li avevamo!

Anche questa volta grazie agli aiuti del signor Ianniello e al Negozio di aeromodellismo del Sig D’ADDIO Salvatore il quale ci prestava l’intero importo, riuscimmo a realizzare una bella pista e alcune strutture tipo capanna ecc.

Dopo un anno tutto sembrava andare a gonfie vele ma l’invidia e l’ingordigia ecc (caratteristica di alcuni persone del sud e di chi non ha voglia di lavorare ma sa solo criticare ) di alcune persone creano disaccordi e scompigli tra di noi (avevano la caratteristica di aizzare e criticare quelle poche persone volenterose che gestivano e lavoravano sul campo) e fanno in modo di incrinare i rapporti con il negozio del Sig D’ADDIO, il quale pretende la restituzione della somma prestateci anzitempo,costringendoci ad una ulteriore tassazione.

WhatsApp-Image-20160615

 

Finalmente alcuni soci non sono più sulla nostra pista e siamo rimasti in pochi ma buoni ed abbiamo una pista pulita una discreta struttura di supporto e siamo una società con il nostro statuto registrato presso l’ufficio delle entrate con tanto di codice fiscale ecc.. e un discreto fondo cassa.

SE LA NOSTRA ESPERIENZA SEPPUR CON ALCUNE SFUMATURE NEGATIVE PUO’ ESSERE UTILE AD ALTRI SIAMO A COMPLETA DISPOSIZIONE PER ULTERIORI CONSIGLI.

Dopo qualche anno di rodaggio e tanta buona volontà guardate cosa siamo riusciti a realizzare